Paolo Icaro (Torino, 1936 – vive e lavora a Tavullia) è uno dei protagonisti delle ricerche artistiche degli
anni Sessanta, vicino all’esperienza dell’Arte Povera, da sempre sperimenta il divenire dell’azione
scultorea in relazione alla forma e allo spazio. «Lo spazio della scultura – ha dichiarato l’artista - è lo
stesso spazio in cui sta il mio corpo, io sto nello spazio dove sta anche la scultura. La scultura è quindi
corpo, corpo dell’idea che si fa vulnerabile gravità come ogni altro corpo dell’universo». Nel biennio
1968-‘69 prende parte alle più importanti mostre dell’avanguardia internazionale tra cui “Arte povera più
azioni povere” ad Amalfi. È tra gli artisti invitati alle due storiche mostre “Op Losse Schroeven. Situaties
en cryptostructuren”, allo Stedelijk Museum di Amsterdam e a “When Attitudes Become Form”, presso la
Kunsthalle di Berna. Nel 1971 si trasferisce nel Connecticut dove risiederà per un decennio.
A partire dagli anni Ottanta tiene personali al PAC di Milano (1982), alla Palazzina dei Giardini di
Modena (1987), alla Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Trento (1995). Nel 2007
realizza un intervento per l’Italian Department della UCLA - University of California at Los
Angeles.  Tra le mostre personali più recenti: “Biografia ideale” al Centro Arti Visive Pescheria di
Pesaro (2009); “Paolo Icaro, Unending Incipit” presso la Pinacoteca Comunale di Città di
Castello (2017); “Le Pietre del Cielo: Paolo Icaro e Luigi Ghirri” presso la Fondazione Querini
Stampalia di Venezia (2017); “Un prato in quattro tempi” presso l’Università Statale di Milano
(2018).
I suoi lavori sono presenti in alcune delle più importanti collezioni pubbliche internazionali, tra cui:
Museum voor Hadengaasgse Kunst, Gent, Belgium; Alvar Aalto Museo, Jyväskylä, Finland; Centre
Pompidou, Parigi, France; GAM, Torino, Italy; GNAM, Roma, Italy; Collezione dei Musei Civici, Milano,
Italy; MAMBO, Bologna, Italy; MAXXI, Roma, Italy; Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce,
Genova, Italy; MUSMA, Matera, Italy; Accademia Nazionale di San Luca, Roma, Italy; Hirshhorn
Museum and Sculpture Garden, Washington, USA; UCLA, Los Angeles, USA.

Scarica la biografia